top of page

PATRIZIA MUSSA


ARTIST STATEMENT

TEATRALITÀ. Architetture per la meraviglia è un viaggio nei teatri storici e nell’architettura più scenografica che punteggia la penisola, da Venezia e Torino a Palermo, passando per Milano, Firenze, Roma, Napoli, attraverso le fotografie di Patrizia Mussa. Un viaggio reale nella storia e nella geografia e allo stesso tempo un viaggio nell’immaginario. La ricerca non si limita solo al ‘ritratto’ di queste architetture ma una volta fissata ogni singola ‘veduta’, da prospettive rigorosamente centrali, l’artista-fotografa si applica con certosina pazienza con le matite pastello e ripercorre l’orditura del contenitore e ogni dettaglio.

 

Sotto l'azione della sua mano pittorica, le fotografie si emancipano dalla loro natura meccanica e diventano corpi ibridi la cui essenza impercettibile si pone sul limite di quella soglia che separa, come vuole Walter Benjamin, l'opera provvista di una propria aura dall'opera meccanizzata e potenzialmente ripetibile identica all'infinito. Nella loro assoluta unicità, ogni fotografia viene prima stampata e poi dipinta in modo quasi impercettibile ma significativo al fine di trasformare la fotografia di una realtà data in una visione sottilmente onirica, umilmente grandiosa e capace di esaltare con forza straniante la verità di luoghi che sono come oasi dell'immaginario collettivo della nostra civiltà e che giungono a noi, intatti o meno, per contribuire alla costituzione del nostro DNA culturale.

 

Teatri Photopastel - serie dedicata ai Teatri Italiani, che reinterpretati e rivisitati con sapiente intervento di coloritura a mano diventano luoghi immaginari dove il sogno e la poesia coabitano. In mostra alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino nel 2019, a Parigi nel 2020 alla Galerie XII e a Pietrasanta con Paola Sosio Contemporary Art e Claudio Composti, Museo Ettore Fico di Torino nel 2022. 

WarlessTheatres - dedicato ai paesaggi dell’Afghanistan Yemen ed Ethiopia. Progetto selezionato ed esposto per la Biennale du Monde Arabe Contemporaine, Paris 2019 Institut du Monde Arabe / La Maison Européenne de la Photographie, Paris. *Le Temple du Soleil - uno sguardo particolare sull’ architettura dell’utopia dell’architetto filosofo Jean Balladur, esposto a Palazzo Morando a Milano, a Montpellier-PierresVives progetto di Zaha Hadid, a Villa Savoye-Le Corbusier a Poissy Parigi, e alla Wilmotte Gallery nei Lichfield Studios di Londra. Partecipa con Paola Sosio Contemporary Art a numerose Fiere di Fotografia e Arte Contemporanea. Le opere di Patrizia Mussa sono state esposte e fanno parte di importanti collezioni museali, oltre ad essere presenti in prestigiose collezioni pubbliche e private in Europa, negli Stati Uniti e in Estremo Oriente.


BIO

Patrizia Mussa vive e lavora tra Torino e Parigi. Laurea in Filosofia e specializzazione in Antropologia Culturale alla Sorbonne. Inizia a lavorare come fotografa con reportage sportivi e geografici. A Milano negli anni Settanta lavora in ambito pubblicitario come produttore, direttore della fotografia e regista di documentari. Dal 1985 si stabilisce a Torino, lavora come picture editor per Studio Livio e per la Pacific Press Service di Tokyo; realizza servizi fotografici per importanti riviste di architettura e interior design, per gruppi editoriali come Condé Nast, Taschen ed è contributor di ADFrance.

 

La fotografia di architettura, di interni e il paesaggio sono i campi fondamentali della sua attività professionale. Sono numerosi i progetti a cui ha lavorato, tra i più recenti: *Teatralità. Architetture per la meraviglia,– inaugurata il 6 dicembre 2023 a Palazzo Reale a Milano- a cura di Antonio Calbi, promossa da Comune di Milano-Cultura, prodotta da Palazzo Reale e Studio Livio e con il sostegno di Gemmo Spa. La mostra continuerà nel 2024 a Palermo a Palazzo Zito dal 7 giugno, a seguire da Settembre ’24 a Roma ospite dell’Accademia di S.Luca e poi approdare a Dicembre 2024 a Palazzo Thiene a Vicenza. Nel 2025 la mostra arriverà a Parigi , a L.A. e a Capri . 

bottom of page